martedì 12 marzo 2013

Creste di gallo al nero di seppia


Se avete letto il mio post sul corso di cucina con lo chef Mauro Improta, sapete già che ne sono rimasta entusiasta. 
Come mi ero ripromessa, ho partecipato di nuovo a una delle sue lezioni e, in un clima allegro e spensierato, ho imparato a preparare la pasta fresca ripiena.

Tra le pietanze realizzate dal vulcanico chef, ecco per voi la ricetta delle Creste di gallo al nero ripiene di orata e patate su julienne di seppie e scarola.

Gli ingredienti occorrenti sono:
200g di farina 00
2 uova
25g di nero di seppia
2 seppie da 150 g
1 scarola liscia
1 spicchio di aglio
5 pomodori datterini
40 g di olio
500 g di orata
2 patate bollite
40 g di Grana
prezzemolo fresco, sale, pepe q.b.


Dopo aver ricavato il nero dalle seppie, Mauro lo ha posto al centro della fontana di farina, ha aggiunto le uova, il sale e ha amalgamato bene fino ad ottenere un impasto omogeneo da avvolgere in pellicola e far riposare in frigo. 
Poi ha cotto i filetti di orata a vapore e li ha frullati insieme alle patate e al grana, aggiungendo un po’ di sale, pepe e prezzemolo.

cucina_ricette_mauro_improta
Tagliate le seppie a julienne, lo chef le ha fatte appassire in padella con olio, aglio e pomodorini ed ha insaporito con sale, pepe e prezzemolo. 
A questo punto ha steso l’impasto al nero di seppia e con il coppapasta ha ricavato dei dischi che ha riempito con la farcia.
ravioli_seppia_ricette_orata
Poi Mauro ha chiuso a mezzaluna i ravioli, li ha cotti per un paio di minuti e li ha mantecati al sugo, aggiungendoci la scarola sbollentata tagliata a julienne, un filo di olio a crudo e un pizzico di pepe bianco.
nero_seppia_orata_ravioli_ricetta
Oltre a essere buoni, questi ravioli assicurano un effetto cromatico davvero accattivante!

2 commenti:

  1. Brava Danila! Hai riprodotto i ravioli alla perfezione! ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie. E' stato bravo il nostro maestro Mauro Improta!

    RispondiElimina